VIRUS MORTALI

Dopo anni di ricerche e studi, si pensava che molti virus e batteri fossero stati debellati liberando il mondo da atroci malattie, invece a causa dell’inquinamento, la malnutrizione e svariati rapporti sessuali anomali e di nutrizione, hanno aperto la strada a molte malattie a riaffiorare, anche nei paesi sviluppati, come il Vaiolo o la TBC o nuove malattie come l’AIDS e la SARS. Altri terribili virus come l’Ebola, sono tutt’ora tenuti sotto controllo in modi non convenzionali. Lo sviluppo tecnologico ha anche creato sostanze chimiche e microbiologiche, creando virus in laboratorio per le guerre batteriologiche, come l’Antrace o i gas nervini. In questi giorni nuove scoperte hanno fatto intuire che determinate malattie provengano da animali tipo roditori, scimmie, ecc. ove nel loro corpo i virus, non recano nessun danno, mentre nell’ organismo umano portano a morte sicura. Alcuni scienziati hanno ipotizzato che determinati virus, tra cui la polmonite atipica ha causato centinaia di vittime in pochi mesi e che col prossimo inverno potrebbe manifestarsi come una epidemia, secondo alcuni ricercatori sembra che la sua origine sia dallo spazio. Si é scoperto che nell’alta atmosfera esistono una varietà di microorganismi trasportati dalle comete e dalle meteoriti di origine non terrestre in grado di causare malattie sconosciute. Il 90% del nostro pianeta é abitato da virus, batteri, spore, funghi e non solo il nostro pianeta anche noi stessi abbiamo sulla pelle e nel corpo decine di microorganismi che fino a quando vivono in equilibrio tutto va bene, ma nel momento in si crea una rottura il nostro corpo ci si ammala. L’uomo, questa figura tanto complessa e fragile è in grado di difendersi da animali feroci, ma non è in grado di proteggersi del tutto, difronte a strutture di pochi micron, visibili soltanto al microscopio elettronico. Spesso siamo immuni, grazie allo sviluppo della microbiologia e a nuovi farmaci, siamo in grado di tenere sotto controllo queste creature, ma ogni giorno microorganismi mettono a dura prova le nostre conoscenze tramite mutazioni continue, nei paesi sviluppati si riesce a debellare alcune patologie come le influenze che ogni anno mutano invece nei paesi sottosviluppati, la mancanza di igiene, di alimentazione e di acqua fa si che l’inquinamento batteriologico provochi ogni anno la morte di cinque milioni di bambini, al di sotto dei cinque anni. Il Colera il Tifo, l’Amebiasi, la Malaria per citare solo quelle più comuni, sono per noi occidentali solo un ricordo del passato, ma per molti popoli é una tragedia del presente. Esistono in natura circa 250 virus trasmissibili per mezzo di punture d’ insetti, per contatto, per innesto, per inalazione o per ingestione, mentre le forme batteriche oggi conosciute sono circa 1700 specie. Spesso nei miei articoli faccio riferimento alla fantascienza ora non so se è l’uomo che crea i film abbia una predisposizione a ciò che potrebbe accadere o se tali film siano il frutto della realtà oppure da casuali meteoriti che riescono ad arrivare sulla Terra. Inoltre virus letali, terremoti, clonazioni genetiche, alieni che scendono sul nostro pianeta, il regista sembra rappresentare la realtà dei fatti, secondo me si basa spesso su casi realmente accaduti é come per gli scrittori di romanzi polizieschi la storia è reale ed il romanzo della vita reale fa il resto. Gli eventi attuali del 2020 ci fanno comprendere quando sia importante mettere le persone giuste al posto giusto e che le menti devono essere in continuo apprendimento. L’acculturamento è fondamentale, ma senza inganni, per dare alla mente l’energia per rispondere agli stimoli quotidiani, per dare una risposta giusta alle nostre azioni e decisioni equilibrata. Una mente priva di continua conoscenza, di capacità, di sincerità, lontana da egoismi ed interessi economici o di potere, mette in pericolo la sopravvivenza del pianeta Terra.

Articolo Scritto l’8 Giugno 2013, aggiornato il 2 novembre 2018 e il 14 novembre 2019

Bor Lauei Gin*

*Giornalista scientifico specializzato in Naturopata -Tossicità Eco-ambientali e alimentazione – Erboristeria e fitoterapia – Psicologia sociale – Attività motorie – Scienze turistiche © riproduzione vietata