L’INARRESTABILE CHRISTIAN BRUCALE con“VIENTETERR” – PagineOnline

L’INARRESTABILE CHRISTIAN BRUCALE con“VIENTETERR”

Sin da piccolo ha coltivato la passione per la musica, soprattutto calandomi nel genere popolare… dalle varie esperienze musicali è nato il disco “Vienteterr”.  Il termine  è riferito a quella brezza prevalentemente notturna che soffia dall’entroterra verso il mare, portando con sé la vena riflessiva e creativa della notte. Christian, nato e cresciuto in una perla della costiera campana, Vietri sul mare, ha catturato in quel vento, la cultura, le tradizioni, la lotta operaia, i miti e le favole religiose che provenivano dalle zone interne, dal nostro vulcano e dai monti Cilentani.

Infatti, sono proprio questi i temi  che hanno ispirato prevalentemente la scelta della canzoni contenute nel disco d’esordio del cantautore vietrese.  Già con “ ’E mmane sporche” , il brano che ha permesso a Christian di aggiudicarsi la borsa di studio per il CET di Mogol al Festival di Napoli new generation, il tema proposto era un racconto ispirato dalla fatale e casuale uccisione della povera ragazza Annalisa Durante, ad opera della camorra.

La canzone fu scritta lo scorso anno da Flora Contento e Gianfranco Caliendo, produttore artistico del progetto, che insieme hanno “confezionato” un secondo inedito, “’E Figlie”, una cruda radiografia del rapporto tra figli e genitori.

Il disco “Vienteterr” contiene altri 12 brani, e il filo conduttore è proprio la riflessione, una possibilità che a volte riservano i brani di autore di buona fattura. Musicalmente, il cd si avvale degli arrangiamenti di Gianfranco Caliendo, noto per essere stato l’anima musicale e creativa del Giardino dei Semplici fino al 2012. Gianfranco si è appassionato molto al progetto “etnico” e naturalmente lo ha spesso arricchito di contaminazioni provenienti dalle sue esperienze “pop”.

Al fianco di Christian ha voluto la voce di Flora Contento, autrice dei due inediti e proveniente dalla pubblicazione di due dischi in vernacolo, Amanapoli, e “Mo’vene natale”. Non mancano le grandi emozioni musicali. Nel disco compaiono diversi musicisti di pregio, che accompagneranno Christian anche nei “live”.

Già dalle prime note, si percepiscono i segnali di un fervido successo che cavalcano l’onda del sogno e della passione. Il disco non passera inosservato, anzi, sarà un vulcano di emozioni positive che raccontano gli eventi dei popoli. Un tema senza tempo e regole, quello delle donne trucidate, argomento caldo che tutti viviamo e stiamo vivendo.

Luigi Barone