Un futuro senza risparmi

Un futuro senza risparmi

Ogni giorno nel nostro mercato ci troviamo di fronte ad aumenti dei servizi di cui dobbiamo usufruire.

Piccole sono le somme che le persone riescono a mettere da parte, e quando lo fanno si domandano: Come mettere a riparo i nostri risparmi? Negli ultimi anni si è verificato un aumento del rendimento dei Bot, salito dal 3,19% al 5,25%. Ma nonostante ciò ci si chiede: Conviene comprare i titoli di Stato? Ogni persona a seconda della propria famiglia, con 1 o più figli, single, pensionato, può investire in maniera diversa.

Chi pensa al futuro dei figli ma non ha cifre elevate da accantonare, può chiedere alla banca di aderire a un Piano di accumulo (Pac).

Questa forma di investimento permette di versare anche una cifra modesta (1 milione) e di aggiungere, quando si vuole, quote di minimo 100 mila lire. Il riscatto è possibile in ogni momento e senza penalità.

I soldi vanno a Fondi Speciali che investono in altri fondi di varia natura: obbligazionari e azionari.

Il rendimento dipende dal loro andamento. Se vivete soli, avete una modesta propensione al rischio e volete rivalutare i risparmi nel tempo senza rinunciare ad avere liquidi in caso di necessità, l’investimento migliore è quello misto.

Posto che abbiate almeno 20 milioni, potete mettere metà in Btp decennali, che si possono liquidare in pochi giorni, e metà in un Fondo Azionario Euro, che acquista azioni di società europee (area Euro) destinate a rendere in 2-3 anni (vendere prima non conviene).

La soluzione migliore per chi non vuole correre rischi sono i Bot con scadenza a 12 mesi. Intanto perché le modalità d’acquisto e rinnovo sono semplici. Inoltre il rendimento è anticipato e, sebbene modesto, è salito rispetto al passato.

Oggi i Bot fruttano il 5,25% lordo, pari a 1 milione 50 mila lire su 20 milioni. Ma attenzione: al netto di spese e commissioni la cifra scende.

Angela Barone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *